Street food a Genova

+1Share on Twitter

Ormai riconosciuto come uno stile di cucina a se, lo street food in Italia gode di grande successo, vista infatti l’ampia e storica varietà di cibi di strada. Dopo Napoli, Firenze e Roma, oggi siamo alla scoperta dei luoghi dove trovare i migliori esempi di street food a Genova.

Se parliamo di street food a Genova, una sosta la merita sicuramente il Baretto Gallese in Via San Vincenzo, famoso per il panino Gran Misto (acciughe, salsa verde e funghi) e per gli hot dogs, davvero squisiti. Notevoli anche i panini con la “svizzera” hamburger, con la cotoletta di pollo, sempre arricchiti di salse e verdure; nonché il panino con tonno, salsa verde e acciughe. Cibando consiglia: Il panino con hot dog e crauti.

foto @ nessundove

Altra meta obbligatoria nello street food tour della capitale ligure è il Panificio Mario, sempre in Via San Vincenzo, noto per – tra le altre cose – la mitica focaccia genovese. Il negozio sulla via pedonale esiste dal 1938, ed è condotto dalla stessa famiglia dal 1969. Costituisce una destinazione fissa per i genovesi non solo per l’autentica focaccia genovese (protetta da marchio depositato), ma anche per l’insuperabile focaccia alle cipolle, con la salvia, le olive, le patate, integrale, al prosciutto, per le rotonde focaccette al formaggio e pizze da degustare “on the road” piegate a metà e avvolte nella carta, e per gli oltre 60 tipi di pane. Cibando consiglia: la focaccia genovese.

foto © nuok

Anche molto quotato fra i migliori spacciatori della golosa focaccia genovese, soffice, croccante, con i “buchi” unica ed inconfondibile – il cui impasto prevede farina, olio extravergine d’oliva, acqua, e sale grosso – è il Forno Patrone in Via Ravecca. Qui si viene anche per la fugassa di Recco, ovvero formaggio molle prescinseua tra due sottilissime sfoglie di pasta irrorate d’olio di oliva, ma la regina incontrastata resta la focaccia genovese. Cibando consiglia: le focacce stagionali, impreziosite da gustose verdure.

foto @ nessundove

L’Antica Friggitoria Carega, di fronte all’Acquario e all’ombra dei porticati pubblici risalenti al medioevo detti Sottoripa, propone la quintessenza dello street food: cibi fritti allegri, sapidi e da passeggio: calamari fritti, gamberi e polipetti, la farinata di ceci, bianchetti, alici fritte, frittelle di baccalà, pescetti in carpione, cuculli e frisceu (pastella con cipolle o zucchine), tutti avvolti in un cartoccio arancione, da mangiare sugli sgabelli, oppure passeggiando per le vie della città. Qui ci veniva anche Fabrizio De Andrè. Ottime le pizze, i polpettoni casalinghi e le torte salate. Cibando consiglia: la fainä, ovvero la farinata di ceci.

Non potevamo escludere da questa selezione di luoghi dello street food a Genova, la bottega Gran Ristoro nota ai più come il tempio dei migliori panini della città. Storico in tutto e per tutto, Gran Ristoro è il gioiello di Stefano Boggiano, anima del locale, persona di grande cultura e appassionato gestore nato da una famiglia di stimati salumieri genovesi, che tutti i giorni propone alle frotte di clienti in coda fuori dal colorato ingresso, una impressionante selezione di salumi, formaggi e ricercatezze d’ogni genere. È possibile scegliere fra le centinaia di ingredienti che hanno resi famosi i panini del Gran Ristoro – citiamo solo il prosciutto di cervo, l’arrosto al basilico o al “caviale” di olive, e il fiocco di montagna, ma ce ne sono a bizeffe – o farvi costruire il sandwich su misura, secondo i vostri gusti, magari accompagnato da un bicchiere di ottimo Gutturnio rosso. Cibando consiglia: il panino col mosciame di tonno e pomodoro.

Buon Cibando!

Related Posts

Consiglieresti questo articolo?

Metti mi piace!