Dalle trattorie all’alta cucina, il buono dell’Abruzzo

+1Share on Twitter

Mi piace pensare all’Abruzzo come una timida signora capace, però, di stregare chiunque con la bontà della sua cucina. E in effetti, magari, turisticamente parlando non è forse una delle mete più conosciute, ma è sufficiente esserci stati una sola volta per scoprire una realtà gastronomica senza pari, per questo motivo la redazione di Cibando ha pensato che fosse più appropriata una panoramica dei migliori ristoranti che comprendesse l’intera regione e che non si soffermasse su un’unica categoria proprio per avere una visuale a 360°. Ecco quindi una carrellata su alcuni fra i migliori ristoranti tipici in Abruzzo.

la-costarella_forme-di-massa-d'albe_4La Costarella

A Forme di Massa d’Albe e più precisamente nel cuore del parco regionale di Sirente-Velino si trova il ristorante La Costarella, definito riduttivamente trattoria, non tanto per la sala, dalla raffinata semplicità, o per la carta dei vini, la cui selezione svela una competenza profonda e un amore radicato verso la propria terra, ma sicuramente dal menù, che elogia la tradizione culinaria abruzzese e strizza l’occhio all’innovazione.

napoleone_avezzano_6Napoleone

Il ristorante Napoleone, di Avezzano, è un ulteriore esempio di come in Abruzzo qualità, creatività e prezzi da osteria siano tre principi indivisibili. Dal prezioso tovagliato all’attenzione verso il cliente, fino al rispetto quasi religioso per i prodotti autoctoni, questo locale è senza ombra di dubbio una delle migliori espressioni della ristorazione abruzzese.

Se sono le esperienze sensoriali in un ambiente signorile, allora dovete recarvi a Rivisondoli, al Ristorante Reale, una perla raffinata che ha tutte le carte per concupire anche i palati più esigenti. Il menù degustazione “Declinazione Reale” è un viaggio nel visionario mondo del gusto dello chef!

l'angolo-d'abruzzo_carsoli_3L’Angolo d’Abruzzo

Per chi, invece, non vuole perdersi nemmeno una fragranza di questa regione segnaliamo il ristorante L’Angolo d’Abruzzo, un ristorante gestito interamente dalla famiglia Centofanti, che dal 1986 a oggi non ha fatto che confermare che il buon gusto è davvero un affare di famiglia. Difficile scegliere tra piatti e vini quale sia la specialità del posto, ma se proprio dobbiamo fare una scelta optiamo per il menù degustazione “I nostri nonni”, con tanto di vini abbinati.

Finiamo il nostro giro a Scurcola Marsicana, al ristorante Antica Taverna del Corso. Qui la tradizione abruzzese è contaminata piacevolmente da qualche incursione iberica per cui vi consigliamo caldamente gli strozzapreti al tartufo e porcini, ma di sicuro non vi dissuaderemo dall’assaggiare anche la strepitosa paella!

Buon Cibando!

Related Posts

Consiglieresti questo articolo?

Metti mi piace!