L’alta cucina a Milano

+1Share on Twitter

La città di Milano da sempre è considerata la capitale italiana del lusso, e quale posto migliore per concedersi, crisi permettendo, una cena all’insegna dell’alta cucina se non all’ombra della Madunina? Per tutti voi che siete alla ricerca di un ristorante chic che faccia da scenario a un’occasione speciale o più semplicemente volete coccolare i vostri palati con vere e proprie opere d’arte culinaria, che non sfigurerebbero affatto in un museo, Cibando vi propone una piccola guida dei templi del gusto. Ecco solo alcuni fra i migliori ristoranti di alta cucina a Milano.

foto © tuttofood.it

Se parliamo di alta cucina e ristoranti blasonati, non possiamo che partire da due grandi nomi della gastronomia italica: Gualtiero Marchesi e Carlo Cracco. Maestro il primo e discepolo il secondo, i due chef incarnano il mito dell’evoluzione nella tradizione – e perdonatemi l’allitterazione – che tutto il mondo c’invidia ed entrambi non potevano assolutamente declinare l’invito di Milano a ospitare i loro locali.

Il ristorante Marchesino, creatura dello chef milanese, è il ristorante del Teatro alla Scala o meglio l’accompagnamento gastronomico delle note che risuonano tra le mura del celebre edificio. Poco distante dal Duomo si trova invece il ristorante Cracco, omonimo ristorante dello chef vicentino. Gli ambienti del bi-stellato ristorante sono la rivisitazione perfetta di un’eleganza old fashion in chiave hi tech e fanno da preludio alla cucina del patron che trasforma la tradizione meneghina nel trionfo della ricerca sensoriale.

cracco_milano_3Cracco

Sempre a proposito di grandi nomi, citiamo il ristorante Trussardi alla Scala, raffinato ristorante della storica famiglia che si affaccia sulla Piazza della Scala, premiato con ben due Stelle Michelin. Nel santuario dello stile anche il cibo non può che essere una celebrazione dell’eleganza degustativa in una cornice calde sfumature legnose e avvolgenti velluti.

trussardi-alla-scala_milano_1 Trussardi Alla Scala

Se dovessi immaginare una spa per gourmand, penserei immediatamente al ristorante stellato Joia, autentico tempio zen del gusto, dalle suggestione squisitamente distopiche per la filosofia vegana di cui è imperniata la cucina e prima ancora il suo patron, Pietro Leemann. Quindi se siete ancora convinti che un ristorante vegano sia poco appagante per i vostri stomaci, svestitevi dei pregiudizi e fateci un salto!

joia_milano_1 Joia

Tra le figure più eclettiche del panorama italiano, Claudio Sadler ha letteralmente sconvolto i palati del globo terracqueo con le sue creazioni. Da provare il menù degustazione “Monti” del ristorante stellato Sadler, dove il gusto e la ricerca non si lasciano piegare dalla crisi.

sadler_milano_0 Sadler

Il ristorante Innocenti Evasioni è il raffinato locale di due allievi di Sadler che dal maestro hanno appreso la passione per la sperimentazione e il rispetto per la qualità. Assolutamente da provare i gnocchetti di pane nero con carciofi e fonduta di Casera. Il ristorante è stato insignito della prestigiosa Stella Michelin.

E ancora una volta, buon Cibando!

Tags: , , ,

Cerchi un ristorante? Scarica la nostra App Gratuita per iOS ed Android! Inoltre puoi seguirci su Facebook, Twitter oppure sottoscriverti al Feed RSS

Paola Groppo

Un po’ food blogger, un po’ scrittrice, tutta gourmand. Tra le mille passioni, aspirazioni e tentativi di ritagliarmi una nicchia in questo caotico mondo un'unica costante mi ha sempre accompagnato fin da piccina: l'amore per il cibo, quello mangiato più che preparato con le mie mani. Tutto è iniziato da bambina quando ammiravo rapita il mio papà pasticcere all'opera, o forse ancora prima, quando la mia mamma, con me in grembo, serviva i clienti della pasticceria. Di certo, non c'è ricordo, anche atavico, che non sia legato al cibo, e quindi saranno stati i sommi dei della tavola a condurmi come una famelica Ulisse nel più goloso dei porti: Cibando.