Cosa si mangia nel nuovo Panificio Bonci di Gabriele Bonci

+1Share on Twitter

Dopo il grande successo dell’inaugurazione del suo nuovo Forno Panificio Bonci in Via Trionfale 36, Gabriele Bonci sta già organizzando la produzione per le delizie che andranno a comporre il suo banco di lievitati dolci e salati pronti alla vendita.

Come abbiamo visto dall’anteprima, largo spazio è dato al pane in più versioni, tutto realizzato con lievito naturale, farine macinate a pietra, e prezzi davvero competitivi.

Pane al kamut, alla zucca, all’aglio e rosmarino, integrale, multicereali, ma anche semplici e freschissime rosette, ciabattine e le ciriole, il pane romano e popolare per eccellenza.

Uno dei pezzi forti però del nuovo locale è sicuramente la pizza da forno, proposta, durante la nostra visita, in versione bianca e margherita con lievitazione di ben 72 ore, utilizzando lo stesso impasto della Pizzeria Pizzarium.

L’opzione consigliata da Gabriele in questo caso è quella di farcire in diretta la leggerissima pizza bianca appena sfornata con i prodotti del piccolo reparto gastronomia del panificio.

Nel nostro caso è stato il turno di un profumatissima mortadella di un piccolo produttore bolognese, e di una spalla cotta piemontese commovente, dalla grassezza dolce e seducente.

L’impasto è praticamente una piuma che accarezza il palato lasciando spazio al ripieno, e risulta al tempo stesso soffice, intenso e croccante: spettacolare.

Se poi non volete perdervi un’altra chicca made by Gabriele Bonci, godete sinceramente assaggiando la sua golosissima versione delle friselle, condite anche semplicemente con olio e talli di aglio.

Consistenze strepitose che conquistano al primo morso, seguite dalla sottile nota dolce del miele che impreziosisce il tutto. Favolose.

Prossimamente inoltre potrebbe aprirsi il capitolo panini del panificio, con l’innovativo panino al metro e il tanto atteso hamburger di Bonci.

Se si vuole poi andare al reparto dei dolci, che vedono al lavoro il bravissimo pasticcere Valerio Coltellacci, ci sono proposte per davvero tutti i gusti: crostate con confetture artigianali, plumcake, diamantini al burro, cornetti all’italiana, croissant al burro francese (che a breve prevederanno un misto di lievito naturale e piccola percentuale di lievito di birra), millefoglie espresso (la Domenica), frollini, biscotti e tutto quello che passa per la testa di Gabriele e Valerio.

Durante la nostra merenda abbiamo provato un fantastico ventaglio al burro, caramellato da entrambi i lati, che a solo 1, 50 euro regala profondi momenti di felicità, e due deliziose varietà di biscotti: alla vaniglia e alla cannella.

La nuova creatura di Bonci insomma sembra già essere partita in maniera prorompente, questa volta però coinvolgedo una fascia di clientela molto più popolare e di quartiere, senza investire esclusivamente i turisti o gli appassionati di settore. Un bel traguardo che potrà sicuramente soltanto migliorare grazie alla volontà e alla passione di Gabriele e del suo team.

Buon Cibando!

Related Posts

Consiglieresti questo articolo?

Metti mi piace!