God save the Wine – Teatro Eliseo

+1Share on Twitter

Mercoledì 21 Novembre 2012, il Teatro Eliseo di Roma mette in scena uno spettacolo veramente appassionante:  God Save The Wine16 cantine di altissimo livello, provenienti da tutto il territorio nazionale, riserveranno al pubblico romano la presentazione e la degustazione delle proprie etichette a partire dalle ore 21.

Un evento che dà la possibilità di integrare sapienti produttori di vino con un vasto pubblico di veri appassionati e non. Questa manifestazione che rappresenta già un grandissimo successo a Firenze grazie all’idea del “cyber-sommelier” Andrea Gori con la collaborazione del direttore della rivista cult Firenze Spettacolo Leonardo Tozzi e Riccardo Chiarini di Promo Wine, viene riproposto a Roma con altrettanto successo in una serata da vivere.

I numeri che riguardano le due edizioni precedenti di questo evento parlano da soli: oltre 800 etichette in degustazione che anno visto passare 200 aziende e 6000 appassionati partecipanti; il tutto svolto in location inedite e caratteristiche. Dunque un tripudio di etichette importanti e pregiate che si susseguiranno da un banco all’altro per accontentare anche i nasi e i palati più esigenti con le loro fragranze armoniche.

Foto a cura di Andrea Gori

In anteprima potrete avere un’idea di chi incontrerete in questo fantastico evento: Altemasi Cavit, Caiarossa, CantinaPieve Vecchia, Cantine Settesoli, Casavyc, Castello Banfi, Champagne Nicolas Feuillatte,Chiarli, Il Moro di San Giovanni, Kettmeier, Le Bertille, Principe Pallavicini, Righi, San Felice, Tenute Silvio Nardi,Terre a Mano Bacchereto.

God Save The Wine rappresenta un’iniziativa alternativa ed innovativa nell’ambito delle manifestazioni di degustazione del vino, in quanto ha saputo proporre un nuovo modo di comunicare la conoscenza e l’esperienza legate al mondo dell’enologia, sviluppando un rapporto informale tra produttori e consumatori con l’intento di condividere emozioni e idee creando una vera e propria rete del vino, reale e virtuale allo stesso tempo. La serata al Teatro Eliseo, sarà arricchita da un breve spettacolo “semiserio” sul vino, proposto e interpretato dallo stesso Andrea Gori e dal noto gastronomo Leonardo Romanelli. Questa serata sarà anche l’occasione per presentare al pubblico della città eterna il “manifesto del bere di qualità ai tempi di oggi” che si articola in quattro importanti punti sviluppati grazie al confronto con il pubblico e al dialogo di rete. Le travi portanti sono: Gusto e Semplicità, il primo da cercare e ricercare facendo tesoro degli incontri che l’olfatto e l’odorato fanno; il secondo si palesa nel momento in cui si incontra un vino, perché non c’è bisogno per forza di qualcuno che ti dica cosa bere e cosa deve piacerti.

Un altro caposaldo del manifesto è la capacità di riuscire a descrivere in tre parole, le sensazioni che si hanno, perché è solo in questo modo che ci si ricorda. Infine l’importanza della rete che rappresenta da un lato il legame tra vino, uva, terra e uomini, e dall’altro la tendenza che si ha oggi di condividere le esperienze del food&vine anche virtualmente. God Save The Wine è un appuntamento interessante sia dal punto di vista emozionale che culturale in una location importante e suggestiva che merita la vostra presenza.

Related Posts